nature talk

Le pelli Perwanger® sono un sottoprodotto derivato dalla pastorizia alpina indirizzata al consumo responsabile di carne, latte e derivati. Siamo impegnati nella conservazione delle nostre montagne in collaborazione con i “nostri” pastori. L’allevamento responsabile degli animali e l’utilizzo delle loro pelli sono una base molto importante per la continuazione dell’esistenza di questa forma di agricoltura tradizionale. Nessun animale muore con lo scopo di produrre una pelle Perwanger®

“La pastorizia alpina è conservazione attiva della natura”

Noi produttori di latte e carne siamo continuamente oggetto di critica in particolar modo da parte di vegani e vegetariani. Molti ambientalisti impegnati e amanti degli animali credono che sia meglio lasciare la natura da sola e fermare del tutto l’allevamento. Ma sorge la domanda: che ne sarebbe del nostro bestiame da montagna? E chi fornirebbe la concimazione naturale e la falciatura dei nostri bellissimi prati di montagna se non ci fosse più vita animale qui?

“La pastorizia alpina è conservazione attiva della natura”

Noi produttori di latte e carne siamo continuamente oggetto di critica in particolar modo da parte di vegani e vegetariani. Molti ambientalisti impegnati e amanti degli animali credono che sia meglio lasciare la natura da sola e fermare del tutto l’allevamento. Ma sorge la domanda: che ne sarebbe del nostro bestiame da montagna? E chi fornirebbe la concimazione naturale e la falciatura dei nostri bellissimi prati di montagna se non ci fosse più vita animale qui?

“Rispetto e amo i miei animali, quindi perché dovrei buttare via la pelle?”

Allevo i miei animali per la nostra alimentazione. La sola pelle rappresenta l’8% del peso totale dell’animale corrispondenti a circa 5 mq. Immagina di doverla buttare via perché non c’è richiesta di cuoio … Non lo farei mai ai miei animali, senza le calzature in pelle loro non esisterebbero. Può sembrare strano, ma conosco tutti i miei bovini per nome sin dalla nascita.

“Rispetto e amo i miei animali, quindi perché dovrei buttare via la pelle?”

Allevo i miei animali per la nostra alimentazione. La sola pelle rappresenta l’8% del peso totale dell’animale corrispondenti a circa 5 mq. Immagina di doverla buttare via perché non c’è richiesta di cuoio … Non lo farei mai ai miei animali, senza le calzature in pelle loro non esisterebbero. Può sembrare strano, ma conosco tutti i miei bovini per nome sin dalla nascita.

“Pascoli di montagna senza animali? Inconcepibile..."

L’allevamento protegge l’ambiente! Dovremmo coltivare ed espandere nuovamente l’economia circolare tradizionale nei nostri pascoli. Ciò include la fertilizzazione naturale del terreno con sterco di animale. Costruisce lo strato di humus del terreno che può immagazzinare anidride carbonica e quindi contribuire a ridurre questo dannoso gas serra.

“Pascoli di montagna senza animali? Inconcepibile..."

L’allevamento protegge l’ambiente! Dovremmo coltivare ed espandere nuovamente l’economia circolare tradizionale nei nostri pascoli. Ciò include la fertilizzazione naturale del terreno con sterco di animale. Costruisce lo strato di humus del terreno che può immagazzinare anidride carbonica e quindi contribuire a ridurre questo dannoso gas serra.

"Gli animali hanno una bella vita"

Il mio bestiame ha una bella vita. La libertà di movimento, il cibo naturale e il clima a volte rigido assicurano che la mandria sia costituita da robusti “figli della natura” che sono totalmente diversi dal bestiame ad alto rendimento delle pianure! E, come sapete, i nostri bovini alpini preservano anche la bellezza del paesaggio montano. Perché, senza pascolo del bestiame, non ci sarebbe nessuno qui a falciare i prati che fungono non solo da habitat per le innumerevoli specie animali e vegetali, ma anche da meraviglioso teatro per le nostre passeggiate in montagna!

"Gli animali hanno una bella vita"

Il mio bestiame ha una bella vita. La libertà di movimento, il cibo naturale e il clima a volte rigido assicurano che la mandria sia costituita da robusti “figli della natura” che sono totalmente diversi dal bestiame ad alto rendimento delle pianure! E, come sapete, i nostri bovini alpini preservano anche la bellezza del paesaggio montano. Perché, senza pascolo del bestiame, non ci sarebbe nessuno qui a falciare i prati che fungono non solo da habitat per le innumerevoli specie animali e vegetali, ma anche da meraviglioso teatro per le nostre passeggiate in montagna!

“Duro lavoro per una vita reale sana”

Per noi contadini, l’allevamento delle Alpi è ancora oggi un duro lavoro. Perciò siamo lieti che non si possa sostituire un pellame ben conciato prodotto dalle pelli dei nostri animali e che gli appassionati di natura, in particolare, apprezzino la qualità originale e la resistenza del materiale.

“Duro lavoro per una vita reale sana”

Per noi contadini, l’allevamento delle Alpi è ancora oggi un duro lavoro. Perciò siamo lieti che non si possa sostituire un pellame ben conciato prodotto dalle pelli dei nostri animali e che gli appassionati di natura, in particolare, apprezzino la qualità originale e la resistenza del materiale.

"La cura e l'attenzione sono una tradizione di lunga data per noi"

Durante i mesi invernali, solo il “Kasermandl”, una malvagia creatura di montagna, vive nelle malghe e nei rifugi. Secondo la leggenda questo folletto non si è preso cura adeguatamente delle creature dei prati alpini ed è stato condannato a vivere sui pascoli deserti del Tirolo durante il rigido inverno. Per noi agricoltori alpini, è sempre stato importante trattare con cura le montagne, i nostri animali e le nostre risorse: ciò include naturalmente le pelli bovine che, dopotutto, sono anch’esse una materia prima indispensabile.

"La cura e l'attenzione sono una tradizione di lunga data per noi"

Durante i mesi invernali, solo il “Kasermandl”, una malvagia creatura di montagna, vive nelle malghe e nei rifugi. Secondo la leggenda questo folletto non si è preso cura adeguatamente delle creature dei prati alpini ed è stato condannato a vivere sui pascoli deserti del Tirolo durante il rigido inverno. Per noi agricoltori alpini, è sempre stato importante trattare con cura le montagne, i nostri animali e le nostre risorse: ciò include naturalmente le pelli bovine che, dopotutto, sono anch’esse una materia prima indispensabile.